.

.

il panificio di Milano

Mi piace pensare al mio pane come al pane di Milano, ma senza egocentrismo: il panificio deve essere un punto di connessione sociale all’interno della città e della comunità. Ognuno dei miei negozi ha un suo spirito, che riprende quello del quartiere in cui è immersa. Insomma non dei semplici punti vendita, ma dei crocevia grazie ai quali si incontrano persone, culture, prodotti e storie. L’obiettivo principale è quello di riportare al centro della vita quotidiana della gente le botteghe e il commercio di prossimità, una pratica antica e virtuosa che dobbiamo far rivivere.

via Gerolamo Tiraboschi 19

Siamo nel cuore di Porta Romana, un punto cardine di Milano da sempre: strada che portava all'Antica Roma e zona capace di ispirare la scrittura e la voce di Giorgio Gaber. In uno dei quartieri, oggi, più effervescenti di Milano è nata la nostra prima bottega: luminosa, con un bancone ad accogliervi e un giardino con orto e tavolini per gustare una colazione, un pranzo o un aperitivo, grazie alla selezione di vini e birre.

Vedi su Google Maps

via Fratelli Bronzetti 9

Siamo in Zona Risorgimento e via Bronzetti ne è una delle arterie più importanti. Un lungo viale alberato che merita di essere visitato per ammirare i bellissimi palazzi di inizio '900. Proprio come quello che ospita il nostro negozio: essenziale ed elegante, con un soffitto con travi in legno e pavimento in marmette. Ad accogliervi all'ingresso c'è un bancone stracolmo di pane, croissant e focacce, a cullarvi i nostri tavolini e il dehor esterno.

Vedi su Google Maps

Mercato del Suffragio

Spesa di quartiere e recupero urbanistico: questi i cardini del mercato del Suffragio, il primo mercato metropolitano che è stato aperto a Milano, nel 2015. Al nostro banco si può acquistare oppure accomodarsi ai tavoli e consumare una colazione o un pranzo, magari dopo aver visitato il bellissimo Giardino delle Culture, a pochi passi dal Suffragio, per ammirare uno dei più famosi lavori di street art dell'intera città.

Vedi su Google Maps